Energia & Ambiente

firs-56567_960_720-copia


Il Gruppo Romani ha scelto l’ambiente. L’ecosostenibilità ha un posto rilevante nella politica aziendale per arrivare ad un sinergico equilibrio tra produttività e benessere.

Numerose azioni sono state attuate per garantire la migliore efficienza energetica, nel rispetto delle norme volte alla riduzione di consumi e costi in un’ottica green.

Tra queste rientra la sostituzione della flotta di carrelli elevatori a combustione con 50 carrelli a tecnologia elettrica OM STILL, l’illuminazione del parco, dello showroom di Casalgrande e dei Laboratori con fonti LED a basso consumo energetico e dei motori elettrici industriali con quelli di nuova generazione, elettrici e ad alta efficienza.

Si è, inoltre, provveduto a ottimizzare i consumi legati alla produzione di aria compressa destinata all’utilizzo industriale.

Anche per quanto riguarda il riciclo dei materiali, il Gruppo Romani si è attivato per ridurne drasticamente l’impatto ambientale.

Nel 2016 il Gruppo ha ottenuto un importante riconoscimento dal CONAI (Consorzio Nazionale Imballaggi) che ha riconosciuto l’impegno per la sostenibilità ambientale, nello specifico per il risparmio di materia prima e l’utilizzo di materiale riciclato.

“Dalla culla al cancello dei materiali” è un’iniziativa Cercom, svolta in collaborazione con l’Università IUAV di Venezia presso l’impianto di Rubiera, per una progettazione innovativa che ha riguardato la misurazione e il monitoraggio del ciclo di vita del prodotto (approccio LCA). Il progetto ha permesso al Gruppo Romani di creare un protocollo di intesa e di ottenere la certificazione per le emissioni di CO2.

Tutti i lead time produttivi dell’azienda, inoltre, sono 100% waste recycling: in questo modo si evitano veicolazioni di materiali che viceversa sarebbero destinati in discariche o altri centri di trattamento e smaltimento rifiuti.



I processi interni di riciclo dei materiali di risulta consentono al GRUPPO ROMANI di ridurre drasticamente gli effetti d’impatto ambientale. Infatti, tutti i lead time produttivi dell’azienda sono 100% waste recycling , evitando veicolazioni di materiali che viceversa sarebbero destinati in discariche o altri centri di trattamento e smaltimento rifiuti.


Nello specifico:

  • Nello specifico: le acque reflue derivanti dal processo vengono integralmente riutilizzate e dosate all’interno del medesimo come acque di macinazione impasti, eliminando qualsiasi scarico nel sistema fognario;

  • Le polveri aeriformi derivanti dai processi di filtrazione vengono integralmente turbodisciolte, dosate e omogeneizzate all’interno delle vasche di contenimento barbottina;

  • Tutti gli scarti crudi e cotti vengono completamente reintegrati e dosati come componenti primari delle ricette dei nostri impasti;

  • Tutti gli scarti di risulta dai processi di taglio e rettifica delle piastrelle vengono completamente recuperati e dosati, su base fluidodinamica, all’interno del reparto macinazione impasti. Viene utilizzato un particolare e unico sistema di prefiltrazione e veicolazione just-in-time del fluido di risulta fino alle vasche di prestoccaggio delle acque reflue che alimenteranno i mulini continui.


La Famiglia Romani e tutto il team del Gruppo hanno inoltre dimostrato grande sensibilità verso la gestione dei rifiuti, attivando già da tempo un sistema programmatico di raccolta differenziata.